PIATTAFORMA ON LINE PER INTERAGIRE CON I ROBOT PER LE PERSONE CON DISABILITA’ INTELLETTIVE

Per chi?

Le persone con disabilità intellettiva di tutte le età.

I genitori e gli altri famigliari delle persone con disabilità intellettive; gli strumenti del gioco, saranno sviluppati in modo tale da combinare una bassa difficoltà intellettuale con un design che si rivolge alla fascia adulta.

Scuole, università, istituzioni che si occupano di disabili.

Che cosa?

Una piattaforma online e un robot. La piattaforma interagirà con i robot fisici o in una comunità virtuale, per implementare con loro unità didattiche specifiche per adulti con disabilità. Questo obiettivo vorrebbe offrire a queste persone la possibilità di accedere ad un’attività normale, come giocare con i robot. Con tali presupposti, si mira a contribuire a promuovere l’inclusione delle persone con disabilità.

Perchè?

Promuovere l’inclusione delle persone disabili. Coinvolgere i genitori nelle attività di insegnamento / apprendimento per migliorare il legame genitore – figlio e rafforzare la loro relazione. Il fatto che ci sia una comunità virtuale permette anche di giocare in coppia. Per questo motivo, gli adulti fisicamente separati potranno giocare insieme a distanza.

The Project

 

Il PROGETTO

L’obiettivo principale del progetto è quello di sviluppare una piattaforma online per interagire con i robot, fisicamente o in una comunità virtuale, per implementare unità didattiche specifiche per adulti con disabilità. Questo obiettivo porta a offrire a questo gruppo la possibilità di accedere ad un’attività normale, come giocare con i robot. Partendo da questo, si mira a contribuire a promuovere l’inclusione delle persone disabili. A tale scopo, il consorzio dei partner conta su di esperti nel settere.

 

 

Il ROBOT

Il robot sarà l’elemento con cui l’utente della piattaforma interagisce. Rispetterà i seguenti requisiti per garantire la possibilità di essere copiato e prodotto:

– Lo sviluppo sarà open source, essendo libero il design dell’hardware

– Il telaio, la custodia, le ruote, ecc. potranno essere interamente realizzati con una stampante 3D.

The Project
The Project

 

Unitá didattiche

La piattaforma includerà anche 10 unità didattiche. Le TU (teaching units) sono basate su giochi esistenti e nuovi, che possono essere creati e adattati per adulti con disabilità. I giochi cercano di lavorare in campi diversi, come l’orientamento, il mettere in sequenza, ecc. Queste unità metteranno in risalto il gioco tra due persone, potrebbero essere coinvolti adulti o genitori disabili. In questo modo si intende migliorare l’interazione e l’apprendimento tra pari. Questo ruolo può anche essere “giocato” da genitori ed educatori.

 

3 months ago
Microsoft announced plans to transfer the research and technology behind Code Jumper, a physical programming language that is designed to be inclusive of children who are blind or low vision, to the American Printing House for the Blind.

https://t.co/JoM8Z7ulN9
3 months ago
An example of a therapy session augmented with humanoid robot NAO [SoftBank Robotics], which was used in the EngageME project. Tracking of limbs performed using the CMU Perceptual Lab's OpenPose utility

https://t.co/E9HzH98t1l
Gamesp
Gamesp3 months ago

El lenguaje de programación “físico”, que permite que niños ciegos creen sus propios programas

Gamesp
Gamesp3 months ago

Si estáis pensando en ampliar vuestra formación, os proponemos este interesante curso sobre el apoyo a las #familias de personas con discapacidad intelectual y detección de sus necesidades.
http://fademga.plenainclusiongalicia.org/gl/mais-novas/novas/1570-formacion-enfoque-centrado-na-familia

Gamesp
Gamesp shared a post.3 months ago
Gamesp
Servicio de Ocio. Aspronaga
#SomosAmigos #SomosCiudad Los Colegas nos vemos después de las vacaciones de Navidad. Los Colegas hacemos planes para este año que comienza. Gracias Lydia. #ContigoSomosMas
Mostra di più